Lost in the sky

Lost in the sky

Sunday, 28 December 2014

CLIC your PASSION, CLIC your LIFE.

E se una delle tue passioni diventasse il tuo lavoro?
Molti, la fuori, nel mondo in cui i giovani non trovano lavoro, la dove una laurea serve purtroppo a poco ci sono molte persone che fanno delle loro passioni il loro lavoro.
Pensate agli sportivi, ai musicisti e cantanti, a chi dipinge ma anche a chi come lavoro fa il tatuatore.
Loro sono solo degli esempi, non sono gli unici ma queste persone hanno deciso di trasformare la loro passione più grande in qualcosa che li potesse aiutare a vivere.

Io due settimane fa in ViaMarcona41 a Milano in uno studio fotografico mi son totalmente fatta trasportare dagli eventi ma anche da una delle mie passioni che negli ultimi anni purtroppo a causa del poco tempo era stata messa un po' da parte.
Ho così avuto la possibilità ed il piacere di conoscere Rebecca, una ragazza che proprio settimana scorsa si è laureata nella facoltà di Fashion Design presso lo IED (Istituto Europe di Design a Milano).
Ha creato appositamente degli abiti che ha successivamente indossato Alessandra.
E che io ho avuto l'onore di fotografare.

Rebecca ha deciso di raccontare tramite i suoi abiti una storia (non vera) prendendo in considerazione però un disturbo che nella vita reale esiste davvero.
Dietro a questi abiti, dietro a queste foto c'è..appunto una malattia.
Si chiama "APHEPHOBIA" ovvero la paura del contatto fisico, una possibile violazione della sfera intima.
Questa paura non è immediatamente riconoscibile, spesso in alcune persone viene scambiata per timidezza. Si comincia a parlare di "Aphephobia" quando i sintomi cominciano a peggiorare e le scelte del soggetto cominciano ad influenzare la sua vita.
La paura del contatto fisico si esprime spesso con il disagio e la repulsione ingiustificata ed incontrollata del contatto con le persone.
Nonostante tutti le dicano che sia malata lei si considera UNICA, si sente speciale e non "sfortunata" come potrebbe sembrare.
Lei dice di provare delle sensazioni che tutti coloro che la circondano non possono provare perché non "soffrono" del suo stesso disturbo.
Alessandra è riuscita ad entrare nel "personaggio" regalando così sia a me che a Rebecca emozioni.






"Fai delle tue passioni la tua vita, fai della tua vita la tua PASSIONE!
Non avere paura di essere diverso.
Si te stesso, SEMPRE.
SOLO AMANDO L'IMPOSSIBILE
RIUSCIRAI AD ARRIVARE ALL'IRRAGGIUNGIBILE. "